RIPOSIZIONAMENTO DEL SISTEMA TURISTICO PRENDO SPUNTO DAL PROGRAMMA DI GOVERNO DELLA CITTA’ FATTO DALLA COALIZIONE DI CENTRO SINISTRA – FABRIZIO VOLPINI SINDACO

5 settembre 2020
Occorre far consolidare in maniera incontrovertibile il marchio “Spiaggia di Velluto” come marchio fortemente riconosciuto nel sistema turistico Italia in tutto il mondo.
Occorre un sistema organizzato su offerte integrate contraddistinte da iniziative di respiro europeo e nazionale, ma soprattutto un territorio accogliente dotato di strutture ricettive di livello assoluto abbinate a qualità e professionalità. In merito alla destagionalizzazione dell’offerta turistica occorre ricordare come il nostro territorio sia già dotato di tre fattori fondamentali: un clima temperato per gran parte dell’anno; l’esistenza dell’intera tipologia degli istituti scolastici di scuola media superiore omnicomprensivi dei licei classico, scientifico e linguistico, degli istituti tecnici, ragionieristici e commerciali degli istituti alberghiero e professionali ; l’esistenza di un ampio parco di strutture sportive a servizio delle varie discipline presenti nel CONI. Questi fattori appaiono sufficienti ad immaginare come chiunque, giovane, volesse perseguire un percorso educazionale adeguato e contemporaneamente prepararsi ad una carriera nello sport professionistico potrebbe scegliere il nostro territorio come palcoscenico naturale della prima parte della propria vita. In particolare, un accordo con una o più federazioni sportive nazionali mixato con l’innovazione di alcune strutture sportive potrebbe implementare una città della dello sport adatta ad accogliere atleti dal territorio nazionale e catalizzare gli interessi di ciò che ruota intorno allo sport professionistico. Una cittadella dello sport potrebbe implementare l’arrivo e la permanenza di intere società sportive, per periodi definiti nell’anno.
Mi preme sottolineare che: “oltre allo sport in generale mi sta a cuore un programma di attività fisica per la salute della popolazione, tutta. La sedentarietà si combatte con attività fisica e movimento.
Certamente c’è lo Sport, quello delle Società Sportive, quello delle strutture da migliorare, per Attività fisiche per tutti, adulti, anziani, disabili. Coordinare attività motorie ed educazione motoria nelle scuole, collaborare, #insieme.
Questo richiede un intervento mirato ed un forte contributo economico, per poter offrire in generale una capacità ed alta qualità nel panorama accoglienza turistica generale.

Occorre far consolidare in maniera incontrovertibile il marchio “Spiaggia di Velluto” come marchio fortemente riconosciuto nel sistema turistico Italia in tutto il mondo.Occorre un sistema organizzato su offerte integrate contraddistinte da iniziative di respiro europeo e nazionale, ma soprattutto un territorio accogliente dotato di strutture ricettive di livello assoluto abbinate a qualità e professionalità. In merito alla destagionalizzazione dell’offerta turistica occorre ricordare come il nostro territorio sia già dotato di tre fattori fondamentali: un clima temperato per gran parte dell’anno; l’esistenza dell’intera tipologia degli istituti scolastici di scuola media superiore omnicomprensivi dei licei classico, scientifico e linguistico, degli istituti tecnici, ragionieristici e commerciali degli istituti alberghiero e professionali ; l’esistenza di un ampio parco di strutture sportive a servizio delle varie discipline presenti nel CONI. Questi fattori appaiono sufficienti ad immaginare come chiunque, giovane, volesse perseguire un percorso educazionale adeguato e contemporaneamente prepararsi ad una carriera nello sport professionistico potrebbe scegliere il nostro territorio come palcoscenico naturale della prima parte della propria vita. In particolare, un accordo con una o più federazioni sportive nazionali mixato con l’innovazione di alcune strutture sportive potrebbe implementare una città della dello sport adatta ad accogliere atleti dal territorio nazionale e catalizzare gli interessi di ciò che ruota intorno allo sport professionistico. Una cittadella dello sport potrebbe implementare l’arrivo e la permanenza di intere società sportive, per periodi definiti nell’anno.Mi preme sottolineare che: “oltre allo sport in generale mi sta a cuore un programma di attività fisica per la salute della popolazione, tutta. La sedentarietà si combatte con attività fisica e movimento.Certamente c’è lo Sport, quello delle Società Sportive, quello delle strutture da migliorare, per Attività fisiche per tutti, adulti, anziani, disabili. Coordinare attività motorie ed educazione motoria nelle scuole, collaborare, #insieme. Questo richiede un intervento mirato ed un forte contributo economico, per poter offrire in generale una capacità ed alta qualità nel panorama accoglienza turistica generale.

Isabella Toschi di Vivi Senigallia: maggiore sinergia tra organizzazioni di volontariato ed Enti preposti al sociale come l’Unione dei Comuni Le Terre della Marca Senone.

3 settembre 2020
L’emergenza del Covid ha creato una rete di nuovi rapporti insieme a talune storture. Le varie figure sanitarie, dal Primario all’ultimo operatore della sanità, si sono tutti trovati a combattere fianco a fianco contro un nemico fino ad allora sconosciuto.
Pur con i vari limiti sono comparse nuove interazioni tra stato, regioni, enti locali, associazioni varie.
Tutto ciò ha creato un mondo diverso caratterizzato da nuove forme di solidarietà.
L’impatto della tempesta Covid sulla vita sociale e sulle attività economiche è stato tremendo. Nulla è più come prima.
Occorre ricostruire un tessuto, che per alcuni aspetti è completamente sfilacciato.
Dinanzi a tutto questo, fare gruppo non significa tutelare gli interessi di parte, ritornando a vecchie guerricciole tra fazioni, ma stabilite le priorità di obiettivi, creare una rete la più ampia possibile.
Insomma o si vedrà la luce insieme in fondo al tunnel o si soccomberà: non ci si salva sulla pelle delle categorie più fragili.
Consapevole di tutto ciò, anche sulla base della mia esperienza all’Asur di Senigallia, mi adopererò in ogni modo perché ci sia maggiore sinergia tra organizzazioni di volontariato ed Enti preposti al sociale come l’Unione dei Comuni Le Terre della Marca Senone.
Anche l’Osservatorio delle nuove povertà, fortemente voluto dal programma di Fabrizio Volpini Sindaco mi fornirà elementi di studio, per adoperarmi a favore dei più deboli.
Sono convinta che Vivi Senigallia riuscirà a creare una città più solidale, in cui potranno trovare conforto solitudini di vario tipo.
#avantisoloinsieme
Da Lista Civica Vivi Senigallia – Isabella Toschi

Amministrative 2020: Lorenzo Beccaceci rinnova la sua candidatura con Vivi Senigallia

2 settembre 2020
Mi chiamo Lorenzo Beccaceci, ho 36 anni, sono nato e vivo a Senigallia. Sono laureato in Scienze della Comunicazione e da diversi anni lavoro in un’azienda della mia città specializzata in cosmetica nella quale mi occupo di gestione del personale e coordinamento della produzione.
Cinque anni fa sono stato eletto consigliere comunale e nel corso del mandato ho cercato di portare il mio contributo tramite nuove idee e nuovi spunti per migliorare e far crescere la nostra comunità. Si è trattato di un impegno che ho cercato di assolvere con costanza e diligenza dedicandomi, in particolare, ai giovani con la consapevolezza che essi rappresentano il futuro della comunità e che investire su di essi vuol dire concorrere a costruire una città migliore e con un grande avvenire.
Ho deciso di ricandidarmi per poter continuare il lavoro avviato che mi ha consentito, in questi cinque anni di impegno amministrativo locale, di incontrare molti cittadini, di confrontarmi con associazioni e rappresentanze locali, con l’intento di trovare, insieme, le possibili soluzioni alle necessità rappresentate.
La conoscenza della città e le competenze acquisite in questi anni di impegno amministrativo possono rappresentare una risorsa soprattutto nelle questioni che riguardano le nuove generazioni, quei giovani che rappresentano la continuità e nello stesso tempo il futuro di Senigallia.
Sport, scuola, lavoro, innovazione, tempo libero, sono e saranno i temi al centro del mio impegno e che costituiscono occasione di crescita per tutta la città.
In questo contesto, ho deciso di mettermi di nuovo a disposizione della comunità candidandomi, come cinque anni fa, nella lista Vivi Senigallia che sostiene il candidato Sindaco Fabrizio Volpini. Una lista composta da donne e uomini che provengono dalla società civile e che si propone di interpretare le aspettative e i bisogni della comunità mettendo in campo le soluzioni più adeguate.
Voler bene alla propria città e adoperarsi per la propria comunità, è l’impegno che deve animare ciascuno di noi ed è ciò che ho cercato di fare negli ultimi cinque anni e che, se vorrete, continuerò a fare.

Mi chiamo Lorenzo Beccaceci, ho 36 anni, sono nato e vivo a Senigallia. Sono laureato in Scienze della Comunicazione e da diversi anni lavoro in un’azienda della mia città specializzata in cosmetica nella quale mi occupo di gestione del personale e coordinamento della produzione.
Cinque anni fa sono stato eletto consigliere comunale e nel corso del mandato ho cercato di portare il mio contributo tramite nuove idee e nuovi spunti per migliorare e far crescere la nostra comunità. Si è trattato di un impegno che ho cercato di assolvere con costanza e diligenza dedicandomi, in particolare, ai giovani con la consapevolezza che essi rappresentano il futuro della comunità e che investire su di essi vuol dire concorrere a costruire una città migliore e con un grande avvenire.
Ho deciso di ricandidarmi per poter continuare il lavoro avviato che mi ha consentito, in questi cinque anni di impegno amministrativo locale, di incontrare molti cittadini, di confrontarmi con associazioni e rappresentanze locali, con l’intento di trovare, insieme, le possibili soluzioni alle necessità rappresentate. La conoscenza della città e le competenze acquisite in questi anni di impegno amministrativo possono rappresentare una risorsa soprattutto nelle questioni che riguardano le nuove generazioni, quei giovani che rappresentano la continuità e nello stesso tempo il futuro di Senigallia. Sport, scuola, lavoro, innovazione, tempo libero, sono e saranno i temi al centro del mio impegno e che costituiscono occasione di crescita per tutta la città.
In questo contesto, ho deciso di mettermi di nuovo a disposizione della comunità candidandomi, come cinque anni fa, nella lista Vivi Senigallia che sostiene il candidato Sindaco Fabrizio Volpini. Una lista composta da donne e uomini che provengono dalla società civile e che si propone di interpretare le aspettative e i bisogni della comunità mettendo in campo le soluzioni più adeguate.Voler bene alla propria città e adoperarsi per la propria comunità, è l’impegno che deve animare ciascuno di noi ed è ciò che ho cercato di fare negli ultimi cinque anni e che, se vorrete, continuerò a fare.

Manuela Tenenti si candida con Vivi Senigallia per contribuire al raggiungimento degli obiettivi del programma politico

24 agosto 2020
Sono Manuela Tenenti e vivo da circa 20 anni a Senigallia. Diplomata Operatrice Turistica, le mie esperienze lavorative si sono sempre alternate tra il settore turistico ricoprendo figure professionali quali guida turistica, assistenza e accoglienza clienti e receptionist, e il settore dell’abbigliamento: commessa, responsabile negozio. Attualmente collaboro con una ditta nella quale mi occupo di divise scolastiche per scuole di Senigallia ma anche fuori del territorio. In alcuni periodi mi sono dedicata all’assistenza privata agli anziani, una categoria di persone “fragili” che mi sta molto a cuore e verso le quali ritengo sia importante migliorare ulteriormente le politiche di prevenzione con lo scopo di attenuare ulteriormente l’utilizzo di soluzioni d’emergenza. In definitiva tutte queste mie esperienze a contatto con le persone mi hanno fatto maturare una certa predisposizione verso il prossimo sviluppando in me qualità a volte rare nelle persone come l’ascolto e il dialogo.
Io penso che una città come Senigallia abbia grandi potenzialità per continuare a crescere, rinnovarsi ed evolversi ma dovrà farlo sempre coinvolgendo i suoi cittadini che vanno ascoltati, supportati e sempre considerati. Platone diceva: una città è felice quando sono felici i suoi cittadini. Questo è uno dei motivi per cui ho accettato di candidarmi nella lista civica di Vivi Senigallia, perché io possa portare un contributo positivo con propositi e considerazioni da cittadina. In un gruppo Unito, Motivato e Concentrato al raggiungimento degli obiettivi di programma prefissati.

Amministrative 2020: Francesca Bolletta si candida con Vivi Senigallia

22 agosto 2020
Mi chiamo Francesca Bolletta, ho 45 anni, sono mamma di due splendidi ragazzi di 17 e 13 anni, nata e cresciuta a Senigallia, ho vissuto per qualche anno della mia giovinezza, per motivi di studio ed esperienze di vita personale, in città come Roma e Milano. Queste ultime mi hanno ancor più profondamente convinta della bellezza del luogo in cui viviamo, e influito sulla mia scelta di questa città come posto ideale per crescere i miei figli.
Amo profondamente Senigallia e per questo vorrei dare il mio contributo per renderla migliore in vari aspetti che mi stanno a cuore.
Sono un Operatrice Socio-Sanitaria dal 2003 e ho svolto da allora il mio ruolo in diversi ambiti; da quello delle residenze per anziani, come case di riposo ed RSA, a quello prettamente ospedaliero in varie Unità Operative, conoscendone quindi qualità, carenze, potenzialità e risorse.
Chi mi conosce sa che ho sempre lavorato con impegno e serietà, relazionandomi con le persone che ho assistito con il massimo rispetto e dedizione, ricordandomi sempre che la delicatezza e l’ascolto sono alla base dell’assistenza di chi si trova in situazioni di necessità, e interagendo con le varie professionalità che ho incontrato lavorando in equipe, dove è essenziale la collaborazione e la disponibilità al miglioramento.
La vita ha avuto modo di mettermi a confronto con la fragilità del nostro essere, quando 6 anni fa mi hanno diagnosticato una patologia ancora poco conosciuta, soprattutto per quanto riguarda l’eziologia e la cura; ho avuto modo così di sperimentare alcune mie qualità come la tenacia e il coraggio, che mi sono servite per raggiungere obiettivi insperati, e la capacità di rimettendomi in gioco sempre, perché sono convinta che ogni trasformazione deve partire in primis da noi stessi, per diventarne poi portatori in realtà più ampie, a beneficio di chi ci sta intorno.
E’ per il seguente ideale che ho accettato la proposta di candidatura offertami nella lista civica Vivi Senigallia: per la possibilità di portare energia nuova e positiva nella città che amo.
Ognuno di noi è parte integrante dell’intero sistema e per fare cose grandi bisogna partire da quelle piccole.

Mi chiamo Francesca Bolletta, ho 45 anni, sono mamma di due splendidi ragazzi di 17 e 13 anni, nata e cresciuta a Senigallia, ho vissuto per qualche anno della mia giovinezza, per motivi di studio ed esperienze di vita personale, in città come Roma e Milano. Queste ultime mi hanno ancor più profondamente convinta della bellezza del luogo in cui viviamo, e influito sulla mia scelta di questa città come posto ideale per crescere i miei figli. Amo profondamente Senigallia e per questo vorrei dare il mio contributo per renderla migliore in vari aspetti che mi stanno a cuore.Sono un Operatrice Socio-Sanitaria dal 2003 e ho svolto da allora il mio ruolo in diversi ambiti; da quello delle residenze per anziani, come case di riposo ed RSA, a quello prettamente ospedaliero in varie Unità Operative, conoscendone quindi qualità, carenze, potenzialità e risorse.Chi mi conosce sa che ho sempre lavorato con impegno e serietà, relazionandomi con le persone che ho assistito con il massimo rispetto e dedizione, ricordandomi sempre che la delicatezza e l’ascolto sono alla base dell’assistenza di chi si trova in situazioni di necessità, e interagendo con le varie professionalità che ho incontrato lavorando in equipe, dove è essenziale la collaborazione e la disponibilità al miglioramento.La vita ha avuto modo di mettermi a confronto con la fragilità del nostro essere, quando 6 anni fa mi hanno diagnosticato una patologia ancora poco conosciuta, soprattutto per quanto riguarda l’eziologia e la cura; ho avuto modo così di sperimentare alcune mie qualità come la tenacia e il coraggio, che mi sono servite per raggiungere obiettivi insperati, e la capacità di rimettendomi in gioco sempre, perché sono convinta che ogni trasformazione deve partire in primis da noi stessi, per diventarne poi portatori in realtà più ampie, a beneficio di chi ci sta intorno.E’ per il seguente ideale che ho accettato la proposta di candidatura offertami nella lista civica Vivi Senigallia: per la possibilità di portare energia nuova e positiva nella città che amo.Ognuno di noi è parte integrante dell’intero sistema e per fare cose grandi bisogna partire da quelle piccole.