Archivio di novembre 2014

Continua l’impegno politico di Adriano Brucchini in Vivi Senigallia

lunedì, 24 novembre 2014

Il capogruppo di “Vivi Senigallia” in Consiglio Comunale, Adriano Brucchini, ha dato la propria disponibilità a continuare l’attività polico-amministrativa anche per i prossimi cinque anni confermando la propria candidatura nella lista civica “Vivi Senigallia”.

Ho deciso di continuare questo impegno perché davvero mi hanno convinto, anzi in certi passaggi mi hanno sorpreso, meravigliato e pienamente coinvolto, la capacità amministrativa, la passione politica, la dedizione totale ai problemi della città del Sindaco Maurizio Mangialardi. La sua disponibilità ad un secondo mandato ha trascinato con sé anche la mia, seppur qualcosa devo sacrificare anch’io sul piano personale e professionale. Il sentirmi dire da lui che la mia azione in questi cinque anni è stata molto apprezzata ed utile sia in Consiglio Comunale che nelle Commissioni non solo mi ha molto gratificato ma mi ha fatto superare, senza esitazione, anche qualche perplessità, come dicevo, dovuta alla mia attività professionale. Al suo progetto di Città, che, ripeto, mi ha pienamente convito in questi cinque anni e che lui intende proseguire per una compiuta realizzazione, non posso far mancare il mio totale sostegno ed  il mio concreto contributo” .

La lista civica “Vivi Senigallia” ha accolto, ovviamente, con grande soddisfazione la disponibilità di Adriano a continuare con noi l’esperienza iniziata cinque anni fa: competenza professionale, serietà nel ruolo di Consigliere, correttezza e determinazione come capogruppo sono state preziose, specie, in alcuni passaggi amministrativi. La lista civica “Vivi Senigallia” è orgogliosa, in queste settimane, di registrare, nella definizione della lista, numerose  e qualificate presenze di donne e uomini della nostra città, alle quali si aggiunge quella di Adriano Brucchini.

Mario Fiore: ‘Continua il mio assiduo e convinto impegno nella Lista civica Vivi Senigallia’

martedì, 18 novembre 2014

In vista delle prossime elezioni comunali ho ufficialmente scelto di continuare il mio assiduo e convinto impegno nella Lista Civica Vivi Senigallia, con rinnovato entusiasmo e passione, ma soprattutto con massima coerenza rispetto al mandato ricevuto dalla città e dai cittadini la sera del 29 marzo 2010.

Sembra ieri, tanto il lavoro che è stato fatto e che non mi ha mai consentito di guardarmi indietro, sempre avanti con l’ obiettivo unico del rispetto degli impegni presi e del bene unico della città. In questi cinque anni di mandato abbiamo fatto tanto e, almeno a livello personale, ho sempre scelto la concretezza rispetto alle tante parole.
Basti pensare all’emendamento sulla possibilità di convocazione del Consiglio Grande da parte dei cittadini, alle notti passate accanto ai vigili urbani durante i controlli serali, alla proposta e approvazione all’unanimità del Manifesto per la legalità contro il gioco d’azzardo, all’ Ordine del Giorno sulla Modifica dei Criteri di Assegnazione per gli scrutatori a vantaggio di chi è in possesso dello stato di disoccupato, al Regolamento sulla Pulizia e il Decoro Urbano, ai lavori in Prima Commissione, a cui tengo particolarmente,sui nuovi Regolamenti della Concessione dei Contributi alle Associazioni e sulla Convocazione del Referendum comunale da parte dei cittadini, anche questi ultimi approvati all’unanimità da tutti i Consiglieri. Atti, fatti concreti e non parole al vento.

La lista civica rappresenta il mio naturale ambiente: nella mia vita al servizio della Città sono sempre stato in una lista civica, perché individua nel senso più affine il mio modo di essere e sono sempre stato coerente con questa logica. In questi anni di consigliatura ho dato il massimo perché ho creduto, credo e crederò sempre e solo al bene della città senza inutili polemiche, mai insultando o denigrando nessuno, fedele ai miei principi. Sono sempre stato presente a tutti i Consigli Comunali e a tutte le Commissioni, perché il lavoro da svolgere è tanto e l’ho sempre svolto nel migliore dei modi cercando di sbagliare il meno possibile.

La mia scelta la devo alla Città: indipendentemente da come possa aver lavorato, bene o no, ma questo giudizio spetta alla gente, ho messo sul tavolo tutto quello che potevo mettere e l’ho fatto cercando sempre il bene di Senigallia. Un impegno che va parimenti riconosciuto al sindaco Maurizio Mangialardi e a questa Giunta,che ha approvato degli atti che hanno trasformato in meglio questa Città il cui simbolo forse va trovato nella rimozione delle navi al Navalmeccanico dopo oltre trenta anni di empasse e al lavoro egregio, eseguito con estrema rapidità e con una fermezza mirabile,nelle operazioni svolte durante la ripulitura della città, subito dopo l’ alluvione del 3 maggio. Alle condizioni date, ossia un patto stringherete, il blocco delle assunzioni e i tagli sistematici agli enti locali del governo centrale, il Sindaco Mangialardi, nonostante il momento di difficoltà generalizzato e’ riuscito ad aumentare la qualità della nostra città e a non tagliare i servizi essenziali alla persona.

Continuerò comunque a svolgere il mio compito, sino all’ultimo, come Presidente della Prima Commissione, convinto e fedele al principio che le regole del gioco si cambiano solo insieme e svolgendo il ruolo a garanzia di tutti, soprattutto delle Opposizioni e come Consigliere. Il tutto senza dimenticare lo spirito critico, come dimostrato in questi anni, sempre per cercare di far crescere questa lista, ma soprattutto la città, senza guardare con i paraocchi. Se i cittadini vorranno, il sottoscritto sarà completamente a disposizione, e in questo mi rimetto in gioco per reinterpretare i sempre nuovi bisogni e le nuove crescenti necessità della nostra amata Senigallia.

di Mario Fiore
Consigliere comunale di Vivi Senigallia

Illuminazione pubblica, risparmio e abbattimento dell’inquinamento grazie alle nuove tecnologie

mercoledì, 12 novembre 2014

L’Amministrazione della nostra città nei mesi scorsi ha realizzato lavori per il miglioramento dell’efficienza energetica sugli impianti di pubblica illuminazione situati nelle zone del centro del Comune di Senigallia, con un contributo cospicuo derivante da Enti sovraordinati.

La modalità di cercare finanziamenti da Enti sovraordinati è una caratteristica che ha contraddistinto l’azione amministrativa del nostro Comune guidato dal sindaco Maurizio Mangialardi e permesso all’ assessore ai Lavori Pubblici Maurizio Memè di realizzare anche interventi in altri settori quali ad esempio la completa ristruttrazione della scuola elementare Aldo Moro.

Tornando al miglioramento dell’efficienza energetica nella pubblica illuminazione mettiamo a disposizione dei cittadini alcuni dati relativi al risparmio e all’ abbattimento dell’inquinamento rispetto ai lavori realizzati: sono stati interessati all’intervento 794 punti luce con un risparmio di 411.486 Kw/h annui corrispondenti a circa 82.000 euro e un mancato consumo di combustibile pari a 86,60 TEP (Tonnellata Petrolio Equivalente), ovverosia sono state evitate emissioni di CO2 in atmosfera pari a 259,80 tco2 equivalenti/anno.

Come si evince da questi dati, l’azione dell’amministrazione comunale ha prodotto un abbassamento dei consumi e quindi un risparmio energetico ed economico rilevante, con un impegno all’eco-sostenibilità ambientale nei fatti e non solo a parole. Ad un anno dall’intervento effettuato dall’assessorato ai Lavori Pubblici, la scelta di aver installato lungo il Lungomare Marconi e Alighieri delle plafoniere innovative a basso consumo, con tecnologia LED, telecontrollate, con emissione di luce a terra e illuminamento dei volti delle persone, ha determinato l’azzeramento dell’inquinamento luminoso come ci impongono le direttive Europee. Un intervento quindi di grande efficacia ed efficienza che la nostra città è riuscita a dotarsi con lungimiranza e competenza.

Questa è l’azione politico-amministrativa che Vivi Senigallia ha messo e metterà a disposizione dei cittadini per una città pubblica sul modello europeo, con l’attento lavoro condotto nell’Amministrazione e volto alla ricerca e ottenimento di risorse da Enti sovraordinati creando tutte le opportunità per una puntuale riqualificazione della città.

Referendum comunale, un fatto storico per Senigallia

sabato, 1 novembre 2014

Dopo l’approvazione della proposta del nuovo regolamento sul referendum Comunale nel Consiglio di mercoledì, vorrei spendere due parole su questo importante risultato.

Il tutto è cominciato nella riunione della Commissione dello scorso venerdì 3 ottobre, in cui sono state deliberate le proposte di modifica al regolamento sul Referendum. Ancora una volta, dopo il grande lavoro svolto sul regolamento dei contributi di quasi nove mesi fa, la Prima Commissione si è unita per garantire una maggiore efficacia per uno strumento importante di democrazia a livello comunale.

Le modifiche al regolamento sul Referendum sono state approvate, nuovamente, come per il regolamento dei contributi,all’unanimità di tutti i commissari, con un’intesa e uno spirito di cooperazione tra le parti che non può non essere evidenziata. Per la prima volta la pratica e’ stata cofirmata dalla maggioranza dei Commissari. Ancora una volta il bene e l’interesse comune ha prevalso. Certo, dovrebbe essere sempre così, ma ben sappiamo quanto non sia facile convogliare le ideologie delle varie forze in un interesse e un obiettivo unico e, in questo caso, importante per la comunità, soprattutto in un clima da imminente Campagna elettorale che inevitabilmente aumenta le tensioni e acuisce le differenze. Ancora una volta l’unanimità e la partecipazione completa dei commissari hanno dato un chiaro sintomo di responsabilità e di concreto e completo impegno verso la città e di come si lavora in Prima Commissione con la pari dignità di tutti con il solo obiettivo del bene di Senigallia.

Desidero poi ricordare e sottolineare, poiché lo ritengo importante e doveroso, che la modifica del Regolamento sul Referendum è partita dalla richiesta del Commissario Paolo Battisti al quale poi si sono accodate le firme di tutti i Commissari, e che la prima bozza, su cui poi si è discusso e lavorato in modo costruttivo, è stata elaborata dal Presidente del Consiglio Enzo Monachesi e dal Dirigente Paolo Mirti. A costoro va il mio ringraziamento più sentito e spontaneo. Insieme a loro ritengo di dover ricordare e ringraziare tutti i Commissari nelle persone di: Giulio Donatiello, Simonetta Bucari, Margherita Angeletti, Enrico Pergolesi, Alessandro Cicconi Massi, Paolo Battisti, Luigi Rebecchini, Roberto Paradisi, Maurizio Perini per aver anteposto, come detto in precedenza, l’interesse di tutti all’interesse del singolo convincimento.

In questi anni la Prima Commissione ha lavorato pienamente con tutte le sue forze, con tutte le possibilità e con assoluta abnegazione. Non so dire se sia stata la più produttiva in assoluto, questo giudizio non può darlo il sottoscritto, ma posso sicuramente dire che gli obiettivi conseguiti sono stati frutto di un lavoro eccezionale e immane come forse non si è mai visto. Arrivati a questo punto, ormai a fine mandato, di più non è possibile fare. Come giudizio personale, sento di aver dato veramente tutto quello che potevo dare e l’ho sempre fatto con sincerità e impegno, ma grazie alla fiducia dei Commissari tutti continueremo a lavorare con più abnegazione di prima.

Per una persona sensibile come il sottoscritto la giornata storica vissuta in Consiglio, con attestati di stima da parte di tutti non potrà mai essere dimenticata e un grazie sincero va al Consigliere Paradisi che pur confermando delle perplessità sulla pratica, già ampiamente anticipate durante la Commissione, ha scelto di abbandonare l’aula piuttosto che astenersi per rispetto del lavoro e dell’entusiasmo del Sottoscritto,confermando, sotto l’aspetto umano, la stima al di là delle ideologie. Un Ringraziamento sincero e di cuore va poi alla struttura e, soprattutto, al dirigente Mirti, che ha seguito i lavori della Commissione passo passo non facendomi mai mancare il suo appoggio, e a Loretta Livieri, che con dedizione al lavoro dolcezza, educazione e pazienza ha sopportato il sottoscritto in tutte le sue richieste ad orari impensabili anche quelle più difficili.

Mercoledì, con buona pace di molti, e’ avvenuto un fatto storico per Senigallia, non solo per l’obiettivo raggiunto ma per il modo in cui è stato raggiunto e i cittadini devono essere orgogliosi di questi consiglieri a cui idealmente stringo la mano e dopo questo clima, concedetemelo di dire, “da pelle d’oca” e di politica alta posso tornare a Fonte Avellana a meditare.

di Mario Fiore (Vivi Senigallia)

Presidente I Commissione – Affari Istituzionali