Vivi Senigallia » Blog Archive » L’esito del Consiglio Comunale di Senigallia del 7 e 8 luglio

L’esito del Consiglio Comunale di Senigallia del 7 e 8 luglio

Vivi Senigallia

Il Consiglio Comunale di Senigallia è tornato a riunirsi mercoledì 7 luglio.

La seduta è stata aperta come di consueto dallo spazio riservato alla presentazione di interrogazioni e interpellanze, che sono state proposte dai Consiglieri Battisti, Pazzani, Paradisi, Girolametti, Ramazzotti e Rebecchini.

È seguita l’approvazione dei verbali delle sedute precedenti, avvenuta all’unanimità dei 24 consiglieri presenti in Aula al momento del voto.

L’Assemblea ha quindi affrontato un ordine del giorno presentato dai Consiglieri Paradisi e Pazzani e avente ad oggetto: “Grave inadempimento dell’ASUR 4 in relazione al diritto al lavoro di disabili e invalidi civili”. Al termine della discussione la proposta è stata respinta per opposti schieramenti, con 7 voti favorevoli da parte della minoranza e 17 contrari della maggioranza.

Il Consiglio Comunale è poi passato ad affrontare la mozione presentata dal gruppo consiliare Partecipazione con il titolo “Iniziative a sostegno del diritto umano all’acqua, della gestione pubblica e priva di rilevanza economica del servizio idrico integrato, della tutela e del risparmio dell’acqua bene comune”. Anche in questo caso il documento presentato è stato respinto con 4 voti favorevoli (i tre consiglieri del gruppo presentatore più il Consigliere della Lega Nord), 18 contrari (i consiglieri del PD e del gruppo “Vivi Senigallia”) e 4 astenuti (i due consiglieri del gruppo “La città futura” e i Consiglieri Marcellini e Paradisi).

La sessione di lavoro è stata a questo punto sospesa e riprenderà nel pomeriggio odierno, giovedì 8 luglio, a partire dalle ore 18,30.
Saranno affrontati i restanti tre punti previsti all’ordine del giorno della sessione: la mozione presentata da numerosi Consiglieri (Angeletti, Battisti, Giacchella, Girolametti, Mancini, Magi Galluzzi, Pergolesi, Rebecchini) per l’istituzione del registro delle dichiarazioni anticipate di trattamenti sanitari (testamento biologico); l’approvazione della bozza di convenzione per la gestione del Centro civico Cesano (argomento relazionato dall’Assessore ai Lavori pubblici, Maurizio Memè); le controdeduzioni e la seguente approvazione definitiva della variante al Piano particolareggiato degli Arenili, per quanto riguarda l’ambito della Rotonda a mare (la pratica sarà relazionata dall’Assessore all’Urbanistica).

Il Consiglio Comunale di Senigallia è tornato a riunirsi giovedì 8 luglio, per completare il programma della sessione di lavoro aperta il giorno precedente.

La seduta è iniziata discutendo la mozione presentata da numerosi Consiglieri (Angeletti, Battisti, Giacchella, Girolametti, Mancini, Magi Galluzzi, Pergolesi, Rebecchini) per l’istituzione del registro delle dichiarazioni anticipate di trattamenti sanitari. Si tratta in sostanza della questione relativa al cosiddetto testamento biologico. La proposta è stata introdotta dal Consigliere Giacchella e dopo circa un’ora di discussione è stata approvata a larga maggioranza dal Consiglio Comunale con 19 voti favorevoli (insieme alla maggioranza si è schierato il gruppo Partecipazione e il componente della Lega Nord) a fronte dei 4 contrari (tre consiglieri presenti del PDL e il Consigliere Marcellini).

L’Assemblea ha quindi proceduto ad approvare la bozza di convenzione per la gestione del Centro civico Cesano. Dopo la relazione dell’Assessore ai Lavori pubblici, Maurizio Memè, sono stati presentati due emendamenti: il primo, proposto dal Consigliere Donatiello, è stato approvato all’unanimità (26 voti favorevoli); il secondo, avanzato dal gruppo Partecipazione, è stato invece respinto con 8 voti favorevoli (con la minoranza si è schierato il Consigliere Pergolesi del gruppo “La Città Futura”) 16 contrari (tutti componenti della maggioranza) e 1 astenuto (il Consigliere Donatiello).
L’intera pratica, alla luce dell’emendamento votato positivamente, è stata infine approvata dal Consiglio, registrando 18 favorevoli (maggioranza) e 8 astenuti (minoranza).

Si è infine passati ad esaminare le controdeduzioni per giungere poi all’approvazione definitiva della variante al Piano particolareggiato degli Arenili, per quanto riguarda l’ambito della Rotonda a mare. La pratica è stata relazionata dall’Assessore all’Urbanistica, Simone Ceresoni, e anche in questo caso ha fatto registrare due emendamenti.
Il primo di questi è stato presentato dal Consigliere Donatiello con riferimento alla controdeduzione a una parte (2B) dell’osservazione proposta dalla ditta Goldeurhotels. L’emendamento è stato approvato in maniera abbastanza trasversale con 19 voti a favore, 4 contrari (il Sindaco Mangialardi e i Consiglieri Bucari, Fiore e Rimini) e 1 astenuto (Consigliere Brucchini). L’osservazione così emendata è stata poi approvata nella parte emendata con 21 voti favorevoli e il solo voto contrario del Consigliere Bucari, oltre all’astensione del Consigliere Rimini. Un’altra parte della stessa osservazione (2A) è stata invece controdedotta in modo che il Consiglio ha giudicato favorevole con 16 voti favorevoli (maggioranza) e 8 astenuti (minoranza).

Approvate anche le controdeduzioni alle altre osservazioni. La n° 1 ha registrato 16 voti favorevoli e 1 sola astensione (Consigliere Rimini), mentre la n° 3 ha fatto segnare 19 voti a favore e 4 contrari (gruppo Partecipazione e Consigliere Marcellini). Da segnalare che quest’ultima controdeduzione era stata prima oggetto di un emendamento proposto dai consiglieri del gruppo Partecipazione ma respinto con 7 voti favorevoli (con i proponenti si sono schierati i Consiglieri Marcellini, Ramazzotti, Rimini e Pazzani) a fronte di 16 contrari nella maggioranza.

L’intera variante in oggetto è stata al termine approvata per schieramenti, con 17 voti favorevoli da parte della maggioranza e 6 contrari della minoranza.

Archiviato in Notizie | Commenti (0)

Lascia un commento