Isabella Toschi di Vivi Senigallia: maggiore sinergia tra organizzazioni di volontariato ed Enti preposti al sociale come l’Unione dei Comuni Le Terre della Marca Senone.

L’emergenza del Covid ha creato una rete di nuovi rapporti insieme a talune storture. Le varie figure sanitarie, dal Primario all’ultimo operatore della sanità, si sono tutti trovati a combattere fianco a fianco contro un nemico fino ad allora sconosciuto.
Pur con i vari limiti sono comparse nuove interazioni tra stato, regioni, enti locali, associazioni varie.
Tutto ciò ha creato un mondo diverso caratterizzato da nuove forme di solidarietà.
L’impatto della tempesta Covid sulla vita sociale e sulle attività economiche è stato tremendo. Nulla è più come prima.
Occorre ricostruire un tessuto, che per alcuni aspetti è completamente sfilacciato.
Dinanzi a tutto questo, fare gruppo non significa tutelare gli interessi di parte, ritornando a vecchie guerricciole tra fazioni, ma stabilite le priorità di obiettivi, creare una rete la più ampia possibile.
Insomma o si vedrà la luce insieme in fondo al tunnel o si soccomberà: non ci si salva sulla pelle delle categorie più fragili.
Consapevole di tutto ciò, anche sulla base della mia esperienza all’Asur di Senigallia, mi adopererò in ogni modo perché ci sia maggiore sinergia tra organizzazioni di volontariato ed Enti preposti al sociale come l’Unione dei Comuni Le Terre della Marca Senone.
Anche l’Osservatorio delle nuove povertà, fortemente voluto dal programma di Fabrizio Volpini Sindaco mi fornirà elementi di studio, per adoperarmi a favore dei più deboli.
Sono convinta che Vivi Senigallia riuscirà a creare una città più solidale, in cui potranno trovare conforto solitudini di vario tipo.
#avantisoloinsieme
Da Lista Civica Vivi Senigallia – Isabella Toschi

Lascia un Commento