Vivi Senigallia: “L’opposizione riconosce le linee adottate da anni dal sindaco sulla Biogas”

Lista civica Vivi Senigallia vuole esprimere la sua soddisfazione in merito all’approvazione della mozione di maggioranza approvata all’unanimità in Consiglio comunale sul progetto di “Centrale Biogas in località di Casine di Ostra” che chiede la messa in sicurezza di tutto il territorio interessato, fino alla costa, alla luce della contestata vulnerabilità idrogeologica prima della realizzazione di ogni progetto.
Siamo soddisfatti, dalla lettura del testo della mozione, del riconoscimento, da parte dell’opposizione consiliare, della linea politica del sindaco Mangialardi e del Comune di Senigallia che sono stati sempre “in prima linea sul tema delle energie rinnovabili, […]facendo anche da apripista per diversi provvedimenti in materia”.“La nostra Amministrazione ha infatti puntato da diversi anni su questo tema e sull’importanza del rifiuto, come testimoniano gli eccellenti risultati della raccolta differenziata”. E, riconoscimento della grande azione amministrativa del sindaco Mangialardi da parte delle opposizioni comunali, anche di quelle non presenti in Consiglio all’epoca, è stato il prendere atto che “il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi – muovendosi ancor prima degli atti istituzionali – a gennaio 2015 chiedeva alla Regione Marche e alla Autorità di Bacino Regionale di effettuare ulteriori analisi ed approfondimenti per verificare la compatibilità di un impianto di biogas in località Casine di Ostra-Area Zipa. Richiesta prioritariamente finalizzata ad approfondire gli aspetti di vulnerabilità da un punto di vista idrogeologico”.

Il fatto che le opposizioni di Senigallia Bene Comune e M5S, non solo votano l’atto in Consiglio, ma sottoscrivono la mozione della maggioranza, è prova del riconoscimento della visione e dell’azione del sindaco Mangialardi di carattere strategico sulla problematica: sì agli impianti che sono indispensabili per i nostri territori e per la sostenibilità della politica energetica ambientale regionale (PEAR della Regione Marche) ma in zone sicure. Quindi, prima il progetto di messa in sicurezza ambientale della zona interessata, poi la realizzazione del progetto energetico. Questa la visione del sindaco Mangialardi che ha posto in essere la sottoscrizione anche da parte delle opposizioni consiliari della mozione “affinché nella ZIPA di Casine di Ostra sia per i siti produttivi esistenti che per le nuove strutture previste (come quella appunto dell’impianto Biogas) venga garantita la sicurezza”.
Quando l’opposizione comunale abbandona il metodo della strumentalità politica, il territorio ne beneficia. Lista civica Vivi Senigallia vigilerà affinché la sicurezza idrogeologica dell’intera valle venga garantita. Il sindaco di Senigallia Mangialardi proseguirà nel suo mandato di difesa delle istanze dell’intera vallata del Misa e Nevola.

Archiviato in Notizie | Commenti (0)

Lascia un commento