Vivi Senigallia: “Città della fotografia”, nuove prospettive per Senigallia

maggio 17th, 2018

E’ QUESTA LA CITTA’ DELLA FOROGRAFIA

Per Senigallia nuove prospettive!

Vivi Senigallia ha accolto con enorme soddisfazione e fondato  orgoglio  l’approvazione da parte dell’Assemblea Legislativa delle Marche  della legge che riconosce e dichiara essere Senigallia la “Città della fotografia” : il volto più autentico e  la fisionomia inconfondibile  che è andata assumendo nel tempo finalmente hanno trovata solenne riconoscimento  in un atto legislativo che indica la città di Senigallia quale una delle più importanti capitali, a livello locale, nazionale e mondiale, dell’arte della fotografia. Un traguardo ed un sogno realizzato con passione, lungimiranza, tenacia e grande capacità e sensibilità culturale ed amministrativa dal Sindaco Maurizio Mangialardi che ha tirato con assoluta determinazione la “volata finale”. Anche noi di Vivi Senigallia condividiamo il sentimento di gratitudine espresso dal Sindaco verso tutti coloro che hanno contribuito, nel tempo, a conseguire questo prestigioso traguardo, e tra questi, in particolare, verso il direttore del Musinf – Museo d’arte moderna e della fotografia -, da sempre, centro propulsore di tanti eventi espositivi di grande prestigio.

Questa identità, forte e attrattiva, che oggi ci viene riconosciuta, ha origini lontane e radici profonde nel tempo e nella tradizione della cultura fotografica: una vera e propria identità tutta nostra, il nostro “genius loci”: una tradizione lunga tre generazioni legata soprattutto, ma non solo, alla Scuola del Misa, a Giuseppe Cavalli e Mario Giacomelli”.

Ma Senigallia è città della fotografia non solo nella memoria di quanto sommi artisti hanno prodotto in passato e illustri epigoni continuano a produrre, ma anche nel fervido interesse che questa arte ancora suscita in città e ne costituisce il più fecondo humus culturale, il tessuto più avvincente, con l’attività istituzionale del Museo d’arte moderna e della fotografia nonché con le tante iniziative, sempre di qualità, legate ai circoli, alle associazioni ed ai privati.

A noi di Vivi Senigallia, al di là della soddisfazione per questo traguardo raggiunto “momento storico per la nostra città e per la nostra regione” –come afferma il Sindaco – preme ora sottolineare come  questa legge possa aprire  una vasta gamma di opportunità per  la città, per il territorio senigalliese , l’Unione dei Comuni, il territorio regionale : essa  deve costituire un punto di partenza e dare un grande impulso allo sviluppo culturale e turistico , anche grazie ai contributi  regionali, statali ed europei, che un tale riconoscimento può attrarre.

L’amministrazione comunale ha già da tempo messo in atto iniziative che traccino un percorso “compiuto” per “Senigallia città della fotografia “ :  istituzione del   Museo “ Mario Giacomelli “, presso la  sede definitiva  a Palazzo del Duca, riservato alla esposizione   permanente delle sue opere più prestigiose;  adeguamento degli spazi ex ostello per laboratorio fotografico multimediale ed atelier creativo, valorizzazione della convenzione stipulata tra Fondazione Città di Senigallia e Musinf per attività di  formazione, documentazione e  mostre   fotografiche; realizzazione di mostre fotografiche all’interno dei circuiti internazionali.

La legge regionale, dunque, individua e indica Senigallia come hub nazionale dell’arte della fotografia, capace di inserirsi nel network internazionale delle città d’arte.

Ora, esaltare, consolidare e valorizzare, ancor di più, l’ingente patrimonio fotografico e museale Senigalliese spetta a tutti noi e in questo Vivi Senigallia darà, come sta già facendo, il proprio totale e spassionato contributo.

Archiviato in Notizie | Commenti (0)


Vivi Senigallia in memoria di Patrizia Casagrande Esposto

dicembre 15th, 2017

La nostra Lista Civica – profondamente colpita dalla triste perdita dell’illustre concittadina e amica Patrizia – si unisce al dolore del marito Furio, del figlio Alessandro, dei familiari e della comunità tutta. Viviamo un dispiacere acuto e diffuso perché con Patrizia se ne va una protagonista importante della nostra storia ed ognuno di noi conserva un ricordo molto caro di Lei.  Rimane la consolazione che Patrizia continuerà certamente a vivere nell’eredità etica e morale lasciata e nelle persone che l’hanno conosciuta, ammirata ed apprezzata, umanamente e professionalmente. Vivrà nelle cose dette, nei consigli dati, nelle opere compiute, nel ricordo del suo grande agire equilibrato e controllato, mai fuori dalle righe, corretto e sempre coerente.

Una donna mite, pacata, elegante, solare, sempre disponibile all’ascolto, al confronto dialettico e dispensatrice di buoni consigli, derivanti dall’enorme esperienza e competenza amministrativa e da un profondo senso civico e dello Stato.

E’ una carriera prestigiosa quella della “Presidente Patrizia” intrecciata con un percorso di vita personale, professionale e politico di alto profilo, ispirato dai valori della nostra Carta costituzionale, permeato di umiltà e di amore per le persone, per le Comunità, per i nostri territori, corredato da riconoscimenti ed incarichi rilevanti. Amministratrice colta e preparata, antesignana e innovativa, donna coraggiosa e attenta alla tutela dei diritti di tutti – nessuno escluso – è stata costantemente impegnata a garantire l’inclusione e l’integrazione dei più deboli, spesso degli ultimi.

Le donne della lista di Vivi Senigallia – in particolare – la ricorderanno per aver contribuito al consolidamento della leadership femminile nella politica e nelle Istituzioni. Noi tutti le riconosceremo il grande merito di essere stata sempre in prima linea, quale instancabile stimatissima sostenitrice della parità e dell’uguaglianza tra gli uomini e le donne.

Archiviato in Notizie | Commenti (0)


Giornata storica per il nostro territorio dopo l’approvazione dello Statuto e dell’Atto Costitutivo de Le Terre della Marca Senone

dicembre 3rd, 2017

Approvati a maggioranza nella seduta del Consiglio Comunale del 30 novembre scorso lo Statuto e l’Atto Costitutivo dell’Unione comunale tra i Comuni di Arcevia, Barbara, Ostra, Ostra Vetere, Senigallia, Serra de’ Conti e Trecastelli.

Vivi Senigallia plaude questo risultato estremamente importante, già presente nel programma di mandato del Sindaco Maurizio Mangialardi e votato dalla maggioranza del Consiglio Comunale che ha dimostrato come si possa fare vera politica, mettendo al primo posto l’interesse dei cittadini e di un territorio superando i conflitti delle logiche di partito.

L’auspicio di Vivi Senigallia è quello che si concluda quanto prima il processo costitutivo de “Le Terre della Marca Senone” per dotare il nostro territorio ricco di cultura e di eccellenze, di uno strumento amministrativo efficace e innovativo, in grado di offrire migliori servizi, risparmio della spesa, maggiori investimenti, nonché semplificazione della macchina amministrativa.

Archiviato in Notizie | Commenti (0)


Vivi Senigallia: quarta edizione del Trofeo Coni Kinder+ Sport

settembre 24th, 2017

Con la cerimonia di apertura in piazza Garibaldi e l’accensione del tripode come in ogni Olimpiade che si rispetti, a Senigallia si è dato il via alla quarta edizione del Trofeo Coni Kinder+ Sport.

Una cerimonia in grande stile in un luogo d’eccezione, piazza Garibaldi, la piazza “ritrovata”, che ha saputo accogliere l’entusiasmo di oltre 3000 ragazzi che tra musica, luci e colori hanno sfilato uniti per le vie del centro.

Quattro giorni intensi in cui i giovani sportivi hanno avuto innanzitutto l’opportunità di misurarsi tra di loro dando vita ad una competizione in cui ad emergere sono stati i valori di lealtà, rispetto ed amicizia.

In questo contesto affascinante e ricco di energia, Senigallia ha risposto presente sin da subito a questo appuntamento tanto atteso gestendo al meglio le migliaia di persone giunte in città facendo registrare il tutto esaurito nelle strutture ricettive.

In coro il vice sindaco Maurizio Memè ed il consigliere con delega allo sport Lorenzo Beccaceci:

“Per Senigallia si tratta di un evento unico ed irripetibile. Siamo felici ed onorati che il Coni abbia scelto la nostra città come palcoscenico di questa importante manifestazione sportiva. Questo è lo sport che ci piace: dell’amicizia, della costruzione del rapporto, dell’entusiasmo giovanile.”

Ringraziamo quindi il sindaco Maurizio Mangialardi per essere riuscito a portare il Trofeo Coni a Senigallia, il Presidente del CONI Giovanni Malagò per aver creduto nelle Marche come location del Trofeo dopo gli eventi sismici del 2016 e il Presidente del CONI Marche Fabio Luna per il successo dell’organizzazione.”

Archiviato in Notizie | Commenti (0)


Vivi Senigallia sulla notizia di stampa di eventuali indagati per l’alluvione del 3 maggio 2014

agosto 26th, 2017

Quello che è accaduto e sta accadendo in questi giorni sulla stampa e nella nostra città in relazione agli eventuali avvisi di garanzia per l’alluvione del 3 maggio 2014 deve far riflettere sul degrado civile e politico in cui si sta scivolando e sulla mancanza di memoria dei fatti e rispetto delle persone.

1- E’ intollerabile che eventuali indagati sulla vicenda vengano a conoscere la propria “condizione” di indagati attraverso la stampa: tutti si dovrebbero indignare per quanto accaduto e tutti dovrebbero chiedere, prima di ogni altra cosa, il ripristino immediato di un percorso corretto e rispettoso delle persone interessate: ci sarà pur qualcuno cui spetta rimettere ordine in questo sistema “malato”: non basta “deprecarlo” e poi passare oltre.

2- Il nostro Sindaco e altre 10 persone ancor prima di ricevere qualsiasi tipo di comunicazione hanno subito dagli avversari e da altri con aspettative personali e politiche varie azioni di “sciacallaggio” che non hanno nulla a che vedere con l’interesse della città.

3- Stiano tranquilli costoro: il sindaco Mangialardi rimane e rimarrà con determinazione, autorevolezza e lucidità alla guida della nostra città: ha la totale e incondizionata fiducia di VIVI SENIGALLIA e della sua maggioranza, della stragrande maggioranza dei cittadini che dopo appena un anno dall’alluvione lo hanno confermato sindaco al primo turno, anche per come aveva agito in quelle circostanze. Da quel secondo mandato la città ha continuato a crescere tanto da diventare di riferimento per l’intera regione, da quella riconferma continuo è stato il lavoro per recuperare in parte i danni dell’alluvione tanto da risarcire i cittadini che ne hanno fatto richiesta in meno di due anni; continuo è stato ed è l’impegno per intervenire sulla sicurezza del fiume e del territorio; continua è stata la vicinanza e la solidarietà “concreta” del sindaco verso i cittadini colpiti dall’alluvione.

4- Stiano tranquilli costoro e riaccendano almeno un barlume di memoria: tutti sappiamo che quell’evento alluvionale è stato straordinario, imprevedibile e improvviso: la rottura di un argine di un fiume, di proprietà della regione e mantenuto dalla provincia, per oltre 50 metri che riversa oltre 14 milioni di mq di acqua creando un fiume parallelo che ha travolto interi quartieri ed altrettanti mq lungo l’alveo naturale mettendo a rischio il centro città , costituiscono un fenomeno eccezionale e imprevedibile, per nulla una replica di eventi alluvionali già avvenuti in passato. Siamo certi che la verità vera emergerà per intero ed il tempo sarà galantuomo.

5- Ancora un po’ di memoria e di rispetto: per un sindaco e per tutti i suoi collaboratori che in quei giorni hanno lottato e con abnegazione assoluta (si vuole ironizzare anche su questo!?) hanno riportato la città in condizioni da poter vivere normalmente l’imminente stagione estiva ed hanno attivato tutto quanto era possibile per alleviare le conseguenze dei cittadini colpiti: è lo stesso sindaco e sono gli stessi collaboratori che oggi secondo alcuni sarebbero già responsabili.

6- Con il grande rispetto dovuto  anzitutto alle persone, diversamente colpite dall’alluvione (vittime o con responsabilità amministrative, alcuni l’uno e l’altro) e con la memoria che non può e deve dimenticare nulla, noi di VIVI SENIGALLIA ribadiamo fiducia nell’azione dei giudici nel percorso per arrivare ad una serena e spassionata lettura di quella vicenda: ma diciamo no a violazioni eclatanti delle tutele delle persone previste dal nostro sistema giurisdizionale, diciamo no agli sciacalli di turno che come in ogni occasione e spesso con le stesse facce che si parli di complanare, piazza Garibaldi, ponti o ospedale, ora ,come allora, si rifanno vivi, ma siamo certi che ora, come allora, la città li saprà ignorare con disgusto.

Archiviato in Notizie | Commenti (0)


VIVI SENIGALLIA: Oltre cinque milioni di euro di indennizzi già in pagamento dopo solo tre anni dalla alluvione.

maggio 13th, 2017

Vivi Senigallia condivide la grande soddisfazione del Sindaco e dell’Amministrazione per i risarcimenti in arrivo in questi giorni alle imprese danneggiate dall’alluvione del 2014.

Assieme ai rimborsi per privati cittadini, questo ulteriore risultato va inscritto in un percorso di grande impegno, in particolare, da parte del Sindaco Maurizio Mangialardi, che in questi tre anni, con continuità, tenacia e grande capacità è riuscito a conseguire.

Già durante la visita dell’ex presidente del Coniglio avvenuta il giorno successivo la tragedia, il Sindaco Maurizio Mangialardi aveva chiaro come procedere per cercare di alleviare le sofferenze dei cittadini e delle imprese colpite da questa calamità e allo stesso tempo come poter risollevare una città pesantemente colpita in vista della imminente stagione turistica che sembrava agli occhi di tutti compromessa.

Vivi Senigallia esprime un particolare ringraziamento al personale dell’area tecnica del Comune di Senigallia che sta dando continuo supporto ai cittadini nelle fasi procedurali delle richieste di rimborso e alle Banche che hanno già permesso l’accreditamento dei rimborsi sui conti correnti.

Vivi Senigallia è pienamente consapevole che continuerà l’impegno del Sindaco per permettere di mitigare quanto più possibile il rischio di nuove esondazioni, stimolando la Regione Marche nel compiere le attività di manutenzione lungo l’asse fluviale del Misa e per la realizzazione delle vasche di espansione in località Bettolelle.

Archiviato in Notizie | Commenti (0)


VIVI SENIGALLIA: RINNOVO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FONDAZIONE “CITTA’ DI SENIGALLIA”.

marzo 3rd, 2017

In data 01 marzo, il Consiglio Comunale con Delibera N° S-AE/2017/415, ha rinnovato il consiglio di amministrazione della Fondazione “Città di Senigallia”. I cinque consiglieri eletti sono: Michelangelo Guzzonato, Francesco Mancini, Daniele Corinaldesi, Andrea Bacchiocchi ed Alessandro Savini.

Come nel precedente consiglio di amministrazione, Vivi Senigallia sarà presente con un proprio esponente nelle importanti attività della Fondazione che prevedono interventi assistenziali e servizi sociali a favore delle persone anziane e/o disabili ed in particolare a favore di quelle in stato di non autosufficienza psichica e/o fisica, oltre la gestione della scuola di musica per i giovani senigalliesi.

Lista civica Vivi Senigallia si impegnerà, per la residenza protetta, a offrire la qualità dei servi erogati rispetto le necessità delle persone in difficoltà, cercando di mantenere rette eque e sostenibili per le famiglie.

Gli esponenti della Lista Civica Vivi Senigallia sono soddisfatti dell’incarico attribuito al coordinatore della Lista, Alessandro Savini, perché questo continuerà a dare voce agli obiettivi che da sempre caratterizzano il gruppo, mettendo al primo posto i bisogni dei cittadini e la buona amministrazione della città.

Vivi Senigallia ringrazia Stefano Canti e Mauro Bedini, membri della Lista, per l’eccellente lavoro svolto come consiglieri nella precedente amministrazione della Fondazione, inoltre particolari ringraziamenti vanno al Sindaco Maurizio Mangialardi, alla Giunta Comunale e a tutti i Consiglieri di maggioranza per la fiducia e la stima rinnovata al gruppo nella persona di Alessandro Savini.

Archiviato in Notizie | Commenti (0)


PRESENZE IN CONSIGLIO COMUNALE: VIVI SENIGALLIA SUL GRADINO PIU’ ALTO DEL PODIO!

gennaio 4th, 2017

Ad inizio anno, come di consuetudine, si fa il bilancio delle presenze in Consiglio Comunale.

I dati di Open Municipio dall’inizio della legislatura ad oggi parlano chiaro: Vivi Senigallia con il suo consigliere Lorenzo Beccaceci si è posizionata sul gradino più alto del podio.

Anche gli altri consiglieri comunali elettinelle file di Vivi Senigallia, Mauro Bedini e Adriano Brucchini, sono risultati tra i più presenti durante le attività del Consiglio Comunale.

Va ricordato inoltre il costante impegno del vicesindaco e assessore Maurizio Memè che in questi anni si è reso protagonista con la sua costanza, professionalità e competenza, della crescita e dell’ammodernamento della nostra bellissima Senigallia.

Questo nostro modo di essere e di fare politica, uniti alle capacità e alle competenze che da sempre ci contraddistinguono, ci rende protagonisti della vita delle Istituzioni cittadine e premia la fiducia data dai cittadini in questi anni.

Archiviato in Notizie | Commenti (0)


VIVI SENIGALLIA: “IL SI’ AL REFERENDUM E’ UNA GRANDE OPPORTUNITÀ PER IL FUTURO DEL TERRITORIO”

ottobre 21st, 2016

Lista civica Vivi Senigallia invita i cittadini a votare Sì domenica 23 ottobre per il referendum in merito alla fusione per incorporazione del Comune di Morro d’Alba nel Comune di Senigallia.

Il Sì al referendum consultivo comunale di domenica 23 ottobre è un’opportunità per i cittadini di Senigallia e Morro D’Alba.

Esso produrrà vantaggi certi e numerose possibilità per il futuro del territorio.

Produrrà investimenti e assunzioni nel territorio con i maggiori trasferimenti statali (stimati in 2 milioni di euro per 10 anni) e lo sblocco del turn over.

Migliorerà la capacità amministrativa con la razionalizzazione degli uffici e potenzierà i servizi dei due municipi.

Vi saranno numerose possibilità di crescita per il territorio riguardo i settori del turismo, dell’arte, della cultura, del commercio e della produzione.

Ci saranno possibilità per quel che riguarda i benefici e i contributi previsti nei programmi e nelle deliberazioni regionali.

Ci sarà la possibilità di creare sinergie tra Senigallia e l’entroterra con le sue eccellenze.

Per questi motivi Lista civica Vivi Senigallia invita a votare Sì nella giornata di domenica 23 ottobre (i seggi sono aperti dalle ore 07:00 alle ore 23:00) al referendum consultivo comunale sulla fusione per incorporazione del Comune di Morro d’Alba nel Comune di Senigallia.

E’ una grande possibilità che viene data al territorio e al suo futuro. Cogliamola.

Archiviato in Notizie | Commenti (0)


VIVI SENIGALLIA, LE RAGIONI DEL SI’ AL PROGETTO DI FUSIONE TRA MORRO D’ALBA E SENIGALLIA

settembre 30th, 2016

Il prossimo 23 ottobre i cittadini di Morro D’Alba e Senigallia saranno chiamati a decidere sulla fusione dei comuni tramite referendum consultivo. Lista Civica Vivi Senigallia vuole sottolineare l’importanza del recarsi alle urne domenica 23 ottobre e del votare SI’ al referendum sulla fusione per incorporazione di Morro D’Alba nel comune di Senigallia. La fusione dei due comuni è un progetto innovativo che punta a potenziare i servizi ai cittadini, tutelando l’identità forte dei municipi. Morro D’Alba, infatti, manterrà tutti i servizi di sportello amministrativi, sanitari, sociali, anagrafici. Soprattutto, i vantaggi derivanti dalla fusione saranno evidenti in maggiori entrate e minori spese con un’ottimizzazione dei servizi offerti, ed andranno direttamente alla popolazione. A regime le maggiori sinergie organizzative fra le strutture dei due Comuni potrebbero determinare risparmi sulle spese di struttura di quasi 500 mila euro: si sono stimati risparmi fin dal primo anno di 187.500 euro rispetto alle spese di funzionamento attuali del Comune di Morro d’Alba nel 2016. Per quanto riguarda le entrate, per la fusione fra Senigallia e Morro d’Alba sarà previsto un riparto al massimo di 2 milioni di euro, o su valori ad esso prossimi, per i prossimi dieci anni. E’ di tutta evidenza che la possibilità per il nuovo Comune di disporre di entrate così significative, con un minor numero di spese, per un lasso di tempo consistente ed equamente ripartite tra territorio incorporante e territorio incorporato significa riuscire ad incidere in maniera molto rilevante sulla qualità della vita delle popolazioni interessate. Per Vivi Senigallia non vi sono solo ragioni economiche a decretare il SI’ al referendum del 23 ottobre, ma anche ragioni di legami storici, cultura e turismo tra Senigallia e Morro D’Alba. Il requisito che ormai fa la differenza in un mercato turistico, sempre più agguerrito e competitivo, è certamente quello della diversificazione dell’offerta. Il grande vantaggio derivante dalla creazione di un nuovo Comune nel quale andranno a confluire le comunità di Senigallia e Morro d’Alba è allora proprio questo: dare nuova linfa e vigore ai rispettivi mercati principali di riferimento (il binomio sole-mare per Senigallia e quello legato alle eccellenze dei prodotti agricoli ed alimentari per Morro d’Alba), fonderli in un’organica proposta e declinarli in specifici pacchetti appetibili anche per un turismo straniero. Mettere sul mercato turistico quello che i francesi definiscono terroir, un insieme di paesaggio, bellezze culturali, unicità, sole mare, barche e vino, gastronomia, tradizioni unite in un territorio raccolto: la quint’essenza del Marcheshire. Se quello che oggi il visitatore predilige è il turismo esperienziale, quello fondato cioè sul fare e non sul vedere, il nuovo Comune sembra poter corrispondere in pieno a questa esigenza, con degli itinerari diversificati attraverso la spiaggia ed i borghi, il cammino del vino ed il porto del pesce azzurro, i grandi chef “pluristellati” e le antiche tradizioni gastronomiche delle nostre campagne. Il nuovo Comune, oltre a confermarsi centro di riferimento del turismo balneare, diventerebbe automaticamente una delle capitali italiane dell’enogastronomia, sia sul versante della qualità complessiva della ristorazione che su quello della produzione di tipicità e specificità da contrapporre all’omologazione dei consumi alimentari ove, il vero e proprio “gioiello” del centro storico di Morro d’Alba, potrebbe trasformarsi in albergo-diffuso e vetrina promozionale dei prodotti enogastronomici di qualità per tutto il Nuovo Comune. In tale ottica il marchio D.O.C. Lacrima di Morro d’Alba sarà veicolo ancor più importante per la promozione del territorio. Lo stesso varrà per l’offerta culturale. L’unione con Morro d’Alba offrirà a Senigallia la possibilità di individuare location dell’entroterra molto suggestive come teatri per le sue manifestazioni più famose: Summer Jamboree, CaterRaduno, Pane Nostrum. Il nuovo Comune consentirà di elaborare anche nuovi itinerari artistici capaci di valorizzare quella bellezza diffusa e quell’armonia che rappresentano il valore aggiunto del nostro territorio. Questi sono solo alcuni dei punti che avvalorano il SI’ al referendum. Il progetto che ci accingiamo a costruire intessendo relazioni e convergenze, non guarda tanto ai vantaggi immediati – che peraltro la vigente legislazione offre in maniera importante – quanto alle prospettive di sviluppo: è la dimensione di una visione di lungo respiro che desideriamo fortemente perseguire.

Invitiamo pertanto ad andare a votare il 23 ottobre e votare SI’ in maniera convinta e decisa.

Archiviato in Notizie | Commenti (0)